Scopri le nostre immersioni

Le immersioni subacquee sono quelle attività che permettono all'uomo la permanenza in un ambiente acquatico e che possono essere praticate con o senza attrezzature a seconda del caso che si tratti di un’immersione in apnea o di un’immersione con sistemi di respirazione autonomi o vincolati ad aria, ossigeno o miscele respiratorie che permettono quindi l'immersione per lunghi periodi di tempo.

Per lo svolgimento dell'attività subacquea ci si avvale dell'uso di alcune attrezzature tra cui le bombole preposte a contenere la riserva d’aria per il sommozzatore e le mute subacquee che rappresentano un abbigliamento in grado di mantenere caldo il corpo durante l'immersione e si dividono principalmente in mute umide, mute semistagne e mute stagne.

Tra le altre attrezzature riscontriamo anche la presenza dell’erogatore, il quale viene montato sulla bombola e fornisce aria quando si inspira con la bocca e del giubbotto ad assetto variabile (GAV) che ha lo scopo di sostenere la bombola e modificare l’assetto. Per calcolare le pause di decompressione sono necessari un profondimetro, un orologio e le apposite tabelle che, ultimamente, sono state sostituite da un computer subacqueo, il quale fornisce diversi parametri e calcola automaticamente le tappe di decompressione necessarie.

Infine, sono fondamentali anche la cintura della zavorra e le pinne che servono rispettivamente per annullare la spinta positiva data dal nostro corpo e dalla muta immersi in acqua e come mezzo di propulsione.

 

Area Marina Protetta di Portofino

 

Naturalmente Mare. L’area marina protetta di Portofino è stata istituita con il decreto del Ministero dell’Ambiente del 26 aprile 1999 e comprende i Comuni di Camogli, Portofino e S. Margherita Ligure. Offre ambienti marini e costieri a dir poco affascinanti che, data la loro vastità, meritano qualche giorno di tempo per essere osservati.

Un tuffo nell’area Marina Protetta – il fondale marino del parco di Portofino è sicuramente il più ricco, interessante ed affascinante del mar Ligure e anche di tutto il mar Mediterraneo, conosciuto ed apprezzato da molti subacquei nel mondo. Con oltre 20 punti di immersione offre, a tutti i subacquei, la possibilità di trovare ciò che desiderano e di osservare una quantità incredibile di vita marina.

Presenta infatti una varietà di ambienti differenti tra loro: dalle zone fangose con praterie di posidonia alle pareti a picco sul mare che proseguono la loro caduta fino in profondità creando tane e anfratti perennemente abitate dai nostri amici del mare.

 

L’obiettivo principale o priorità assoluta del consorzio di gestione dell’Area Marina protetta di Portofino è la tutela dell’ambiente.

Per questo è necessario che i visitatori in genere ed in particolare coloro che praticano la balneazione o lo snorkeling, rispettino le regole per la salvaguardia dell’ambiente. Particolare attenzione viene richiesta ai subacquei che si immergono in tutta l’AMP di Portofino, poichè esiste in proposito un regolamento che disciplina l’accesso nelle varie aree.

 

 

Immersioni ai relitti del Tigullio

 

Relitto UJ 2207 – Cargo Armato
Il relitto è adagiato su di un fondale di circa 35 metri circa...
Vedi dettagli>>

Relitto JORN – Bettolina
Il relitto giace su un fondale che degrada tra i 26 e i m. 31...
Vedi dettagli>>

Relitto UJ 2216 – KT
Affondato il 15 settembre 1944 dopo essere stato colpito da...
Vedi dettagli>>

Relitto MOHAWK DEER
Questa nave da carico è affondata nel 1974 durante il traino...
Vedi dettagli>>

Relitto GENOVA
Definito il "vapore di Portofino" dagli abitanti locali, il Genova... 
Vedi dettagli>>